lo_yoga_fa_bene_ora_lo_dice_anche_la_scienza

Written by: yogabergamo Date of published: . Posted in Uncategorized

http://www.nationalgeographic.it/scienza/medicina/2014/02/11/news/lo_yoga_fa_bene_ora_lo_dice_anche_la_scienza-2007620/

Lo yoga fa bene, lo dice anche la scienza

Non solo relax: uno studio dimostra effetti benefici anche per i pazienti oncologici

di Susan Brink

societa,salute

Fotografia di Rene Johnston, Getty Images

Buone notizie per chi pratica lo yoga (in Italia sarebbero intorno al milione e 200 mila, negli Stati Uniti circa 20 milioni). Aiutando a rilassarsi, lo yoga rallenta il battito cardiaco, con conseguenze benefiche per chi soffre di ipertensione; inoltre aumenta la flessibilità e la resistenza scheletrica, alleviando i dolori alla schiena.

Oggi un nuovo studio – il più estensivo condotto finora – dimostra con misurazioni quantitative che lo yoga può ridurre l’infiammazione, cioè la risposta del corpo a ferite o irritazioni. L’infiammazione è spesso associata a patologie croniche, come i disturbi cardiaci, il diabete o l’artrite. Affligge inoltre i pazienti oncologici, che anche dopo la remissione di un tumore continuano a soffrire di spossatezza per mesi se non per anni.

I ricercatori – guidati da Janice Kiecolt-Glaser, docente di psichiatria e psicologia della Ohio State University, hanno seguito 200 donne sopravvissute a un tumore al seno. Cento di loro hanno partecipato a un corso di yoga di tre mesi, con lezioni bisettimanali di 90 minuti; inoltre, hanno ricevuto in dono DVD con altre lezioni e sono state incoraggiate a praticare lo yoga anche a casa. Le altre cento donne hanno continuato a ignorare lo yoga.

Secondo

lo studio, appena pubblicato sul Journal of Clinical Oncology, tre mesi dopo la fine della terapia le donne che avevano praticato lo yoga dichiaravano di sentirsi meno stanche e più vitali. Ma la ricerca non si è limitata alle sensazioni percepite dalle pazienti: Ronald Glaser, virologo, immunologo e genetista – oltre che marito di Janice Kiecolt-Glaser – ha cercato i riscontri oggettivi in laboratorio, analizzando nel sangue delle donne i livelli di tre citochine, le molecole che segnalano la presenza di un’infiammazione. Il risultato: le donne che avevano praticato lo yoga – e che dichiaravano di sentirsi meglio – mostravano livelli inferiori tra il 10 e il 15 per cento di tutti e tre i tipi di citochine.

Ma come agisce lo yoga per ridurre l’infiammazione? La ricerca non ha ancora risposte definitive, ma basandosi sulla sua ricerca Kiecolt-Glaser formula qualche ipotesi. Chi si sottopone a terapie oncologiche soffre spesso di stress, fatica e insonnia. “I disturbi del sonno alimentano la spossatezza, la quale a sua volta alimenta l’infiammazione”, spiega la studiosa. È noto che lo yoga riduce lo stress e aiuta a dormire meglio.

Inoltre, altre ricerche, seppure meno estensive, hanno dimostrato – attraverso la misurazione di parametri biologici – che chi pratica yoga da molto tempo risponde allo stress con un livello di infiammazione inferiore rispetto a chi ha appena cominciato a praticarlo; che lo yoga riduce l’infiammazione nei pazienti cardiaci; e che può anche migliorare i livelli di glucosio e la produzione di insulina nei diabetici.

Lo yoga cura anche la povertà?

Altre ricerche si concentrano sul potere dello yoga nell’alleviare un’altra causa di stress: la povertà. Maryanna Klatt, professore associato di medicina della famiglia alla Ohio State University, ha portato lo yoga nelle scuole frequentate da bambini che vivono in situazioni economiche precarie. In una ricerca che deve ancora essere pubblicata, la studiosa ha riscontrato che, dopo aver praticato lo yoga con i loro insegnanti, 160 alunni di terza elementare provenienti da aree a basso reddito mostravano un miglioramento della concentrazione.

“Agli insegnanti piaceva fare yoga soprattutto prima di spiegare matematica, perché dopo i ragazzi stavano più attenti”, sostiene Klatt. “Non ha senso ordinare a un bambino di star fermo ad ascoltare. È meglio farli alzare dal banco e permettergli di muoversi un po’”.

Misurare i parametri biologici dei bambini delle scuole per calcolare la loro risposta allo yoga sarebbe troppo complicato e intrusivo, ma Klatt ha condotto una ricerca simile anche su un campione di infermieri, sottoposti ogni giorno al contatto con la sofferenza e la morte. Secondo la studiosa, lo yoga ha ridotto del 40 per cento il livello dell’alfa amilasi nella saliva, un’enzima associato allo stress.

Faq sulla Pratica di Yoga

Written by: yogabergamo Date of published: . Posted in Uncategorized

Cos’è esattamente lo yoga?

Un arte spirituale la cui pratica apporta benefici dal punto di vista, fisico, mentale ed emozionale.

Quale tipo di yoga va bene per me?

Dipende dalle proprie attitudini personali. Il consiglio è di sperimentare diversi approcci o trovare una scuola che in sé consideri diversi approcci.

 

Vorrei provare a fare yoga ma ho paura di annoiarmi.

Se ti annoi semplicemente non stai praticando uno stile di Yoga che va bene per te in questo momento. Provane altri e troverai certamente quello giusto

L’ultima volta che ho fatto rilassamento mi sono addormentato.

Perfetto vuol dire che ne avevi bisogno.

Occorre una attrezzatura particolare?

Non occorre nessuna attrezzatura particolare per praticare yoga. Si consiglia tuttavia l’acquisto di un tappetino da yoga in modo da avere una superficie antiscivolo.

Posso fare yoga anche a casa? E come?

Certamente! Serve solo un luogo tranquillo, un tappetino da yoga e un po’ di tempo. All’inizio è possibile seguire qualche semplice sequenza trovata su riviste specializzate o manuali di yoga.

Non ho mai praticato yoga, ma se iniziassi a praticarlo, quanto tempo dovrei aspettare per vedere i primi risultati?

La risposta è molto personale, potresti sentire i primi risultati già dopo la prima lezione. Naturalmente molto dipende anche dalla tue aspettative e da quanto questi risultati siano legati ad un problema specifico che intendi risolvere.

Bisogna godere di ottima salute per praticare yoga, o può farlo anche chi ha qualche malattia psico (depressione, ossessione, isteria) fisica (diabete, tumore, problemi ortopedici)?

Lo yoga è per tutti. Nel caso di patologie specifiche sarà necessario escludere le tecniche controindicate. Si consiglia di metter sempre il proprio insegnante al corrente del proprio stato di salute e se si desidera seguire un percorso specifico per la propria patologia, si consiglia di contattare uno yoga terapeuta.

Perché in alcune lezioni si fa solo meditazione?

Nuovamente dipende dalla scuola. In alcune si fa solo meditazione, altre principalmente si canta, altre sono più movimento, altre si tengono più discorsi per un corretto approccio all’esistenza. In una scuola che ha un approccio integrale allo Yoga si fa un po’ di tutto questo e si lascia poi al praticante la possibilità di scegliere a cosa preferisce dedicarsi maggiormente.

Guardare la fiamma di una candela è meditare?

Sì certo. La tecnica a cui ti riferisci si chiama trataka. Consiste nel fissare la fiamma di una candela fino a quanto gli occhi lacrimano e proseguire cercando di non sbattere le palpebre. Si tratta di una tecnica di che calma la mente, sviluppa la concentrazione l’attenzione, facilita il raccoglimento e induce lo stato meditativo.

Non ho mai praticato yoga, ma se iniziassi a praticarlo, quanto tempo dovrei aspettare per vedere i primi risultati?

La risposta è molto personale, potresti sentire i primi risultati già dopo la prima lezione. Naturalmente molto dipende anche dalla tue aspettative e da quanto questi risultati siano legati ad un problema specifico che intendi risolvere.

Vorrei fare yoga ma non sono vegetariano.

Non è necessario né richiesto essere vegetariano per iniziare a praticare. E’ possibile che con il tempo la pratica stessa ti porti ad escludere la carne e il pesce spontaneamente.

(Alcune tecniche praticate giornalmente sono energeticamente inconciliabili con una dieta non vegetariana, poiché il livello di tossine nel corpo sarebbe troppo alto per poterle eseguire, ma sarà il corpo stesso a darvi chiari segnali che questo accade)

Perché in alcune lezioni di yoga si canta?

Perché una parte dello yoga è costituita dalla ripetizione dei mantra e dal kirtan.

Vorrei fare yoga ma non sono capace di rilassarmi: chi non sa rilassarsi può fare yoga?

Si va benissimo proprio perché aiuta a coltivare questa capacità innata ma che a volte colpa dei ritmi frenetici si perde.

Perché dopo una lezione di yoga serale non dormo?

Non è un dogma ma spesso accade. Praticare Yoga porta spontaneamente ad avvicinarsi di più ai ritmi della natura. Quindi svegliarsi presto ed andare a dormire presto. Poi vi è un effetto energetico ovvero praticando Yoga accade di aver bisogno di meno ore di sonno per sentirsi bene. In ultimo una motivazione legata alla pratica ovvero le prime ore del mattino e quelle prima del tramonto sono le migliori per praticare.

Quanto tempo occorre per fare yoga? Serve un tempo minimo da dedicargli durante la settimana/giornata perché abbia senso praticarlo? Quanto spesso si deve praticare?

Non esiste un minimo di tempo per praticare yoga, né regole che dicono che vada praticato ogni giorno. Naturalmente una pratica giornaliera di circa un’ora dà grandi risultati in pochissimo tempo.

E’ possibile comunque strutturare la propria pratica con tecniche che richiedono meno tempo, ad esempio 20 minuti di meditazione tutti i giorni, o semplicemente iniziare con una lezione di yoga una o due volte a settimana e provare a portare nella propria giornata un piccolo gesto che ricordi che lo yoga è soprattutto la capacità di essere nel qui e ora ed essere sempre più presenti a sé stessi.

Per iniziare a fare yoga è sufficiente leggere qualche buon libro sul temo e cercare di mettere in pratica gli insegnamenti scritti? Insomma uno yoga fai-da-te, da autodidatta è possibile o ha controindicazioni?

Uno yoga fai da te non ha controindicazioni, se non in presenza di patologie importanti. Si consiglia comunque l’acquisto di manuali di buon livello e qualche lezioni di yoga singola o di gruppo per impostare la pratica.

Vorrei provare a fare yoga, ma sfogliando qualche libro ho visto figure umane che stanno in posizioni molto difficili. Magari non ho il fisico abbastanza atletico per cimentarmi.

Non è richiesta nessuna caratteristica fisica particolare per praticare. Al contrario, esistono praticanti che hanno handicap fisici e utilizzano questa disciplina per il proprio benessere fisico oltre che per la propria crescita spirituale. Le posizioni più complesse si raggiungono con il tempo, e anche se non si dovessero raggiungere mai, esistono centinaia di varianti approcciabili da tutti.

Vorrei provare a fare yoga, ma sfogliando qualche libro ho letto dei termini stranieri e qualche concetto complicato sulla meditazione ecc. Mi sento un poco inadeguato… voglio dire… serve un certo livello di istruzione e cultura per avvicinarsi allo yoga?

Lo yoga è per tutti, non esistono barriere di cultura, istruzione, età, sesso o stato di salute. All’inizio approcciarsi ad un argomento così vasto può risultare complesso, ma basterà trovare un manuale semplice e chiaro o frequentare qualche lezione per esser accolti da questa antica e meravigliosa disciplina

Posso praticare yoga anche se sto assumendo dei farmaci? (patologie croniche, penso a mio padre che deve sempre prendere certe medicine che è stato operato al cuore)

Sì, certo, anche in presenza di patologie che richiedono l’assunzione di farmaci è possibile praticare yoga, l’importante è praticare con un insegnante o uno yoga terapeuta con una ottima formazione, per mettere a punto un corso che tenga conto delle specifiche esigenze del praticante e escluda le tecniche controindicate nel caso della specifica patologia.

“forse ho sbagliato tutto io, sperando che lo yoga fosse più meditativo che “fisico”… purtroppo arrivo dalla cultura reiki, e avrei voluto approfondire di più il lato trascendentale… ma come dice il mio insegnante, si deve partire dalla percezione del proprio corpo… o sbaglio?”

Lo Yoga è meditativo anche quando è fisico ed è fisico anche quando è meditativo. Dipende molto dal proprio atteggiamento e dalla attitudine dell’insegnante far percepire tutto questo. Rimane il fatto che come già detto dipende dalla scuola e dall’insegnante dove mettere maggiormente all’accento.

Perché alcuni insegnanti hanno il turbante bianco?

Alcune scuole di Yoga si rifanno a tradizioni che hanno una loro divisa e costumi. Questi costumi hanno poi motivazioni simbolico e a volte pratiche dal punto di vista energetico. Il turbante in particolare ha lo scopo tra l’altro di contenere il prana vicino al chakra della corona. Nessuna divisa o costume è però davvero necessario. L’importante è sentirsi a proprio agio.

Prossimi Corsi

Gen
22
lun
17:30 Hata Yoga @ Yoga Bergamo asd
Hata Yoga @ Yoga Bergamo asd
Gen 22@17:30–18:50
Hata Yoga @ Yoga Bergamo asd | Bergamo | Lombardia | Italia
Adatto a tutte le persone. Approccio di base alle prime posizioni di yoga e prime respirazioni. Con Alessandro Maggi lunedì e giovedì ore 17.30-18.50
18:30 Metodo Feldenkrais @ Yoga Bergamo asd
Metodo Feldenkrais @ Yoga Bergamo asd
Gen 22@18:30–20:30
Metodo Feldenkrais @ Yoga Bergamo asd  | Bergamo | Lombardia | Italia
CONOSCERSI ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Metodo Feldenkrais® Tutti i Lunedì  18.30 – 19.30 / 19.30 – 20.30 Lezioni di gruppo Il Metodo Feldenkrais® è uno straordinario approccio al movimento e all’apprendimento che tiene conto della persona[...]
19:00 Yoga Anukalana @ Yoga Bergamo asd
Yoga Anukalana @ Yoga Bergamo asd
Gen 22@19:00–20:15
Yoga Anukalana @ Yoga Bergamo asd | Bergamo | Lombardia | Italia
Anukalana in sanscrito significa integrazione ed è un approccio allo yoga, ideato e fondato da Jacopo Ceccarelli, che permette di scoprire il modo più naturale e completo di affrontare le pratiche dello yoga nel totale rispetto del proprio corpo. Anukalana è[...]
20:30 AcroYoga Principianti @ Yoga Bergamo asd
AcroYoga Principianti @ Yoga Bergamo asd
Gen 22@20:30–22:30
AcroYoga Principianti @ Yoga Bergamo asd | Bergamo | Lombardia | Italia
ACROYOGA Una pratica entusiasmante che combina l’armonia e la consapevolezza dello Yoga, l’equilibrio e l’energia dell’Acrobatica e il rilassante Volo Terapeutico. Un mix ideale per una pratica fantastica attraverso cui è possibile sperimentare un profondo[...]
20:45 REIKI DELLA NUOVA ENERGIA
REIKI DELLA NUOVA ENERGIA
Gen 22@20:45
REIKI DELLA NUOVA ENERGIA
Un momento magico che ti porta alla scoperta del reiki attraverso il rilassamento, la meditazione e la connessione al tuo cuore. Un modo semplice per avvicinarsi a questa pratica utile al tuo benessere psicofisico e[...]
Gen
23
mar
09:30 Hata Yoga @ Yoga Bergamo asd
Hata Yoga @ Yoga Bergamo asd
Gen 23@09:30–10:50
Hata Yoga @ Yoga Bergamo asd | Bergamo | Lombardia | Italia
Yoga adatto a tutte le persone, con particolare attenzione alle posture per la salute della schiena. Le posizioni Yoga, praticate con particolari sequenze, aiutano ad alleviare le tensioni fisiche e se  abbinate a respirazioni di[...]
17:00 Gioca Yoga @ Yoga Bergamo asd
Gioca Yoga @ Yoga Bergamo asd
Gen 23@17:00–18:00
Gioca Yoga @ Yoga Bergamo asd | Bergamo | Lombardia | Italia
Giocare con le posizioni degli animali e figure della natura per un risveglio armonioso della propria personalità, per un’infanzia quanto più possibile serena e senza stress, per sviluppare la capacità di percezione e consapevolezza di[...]
18:00 Yoga Anukalana @ Yoga Bergamo asd
Yoga Anukalana @ Yoga Bergamo asd
Gen 23@18:00–19:15
Yoga Anukalana @ Yoga Bergamo asd | Bergamo | Lombardia | Italia
Anukalana in sanscrito significa integrazione ed è un approccio allo yoga, ideato e fondato da Jacopo Ceccarelli, che permette di scoprire il modo più naturale e completo di affrontare le pratiche dello yoga nel totale rispetto del proprio corpo. Anukalana è[...]
18:30 Yoga a Mozzo @ SCHUDOKAN DOJO
Yoga a Mozzo @ SCHUDOKAN DOJO
Gen 23@18:30–19:50
Yoga a Mozzo @ SCHUDOKAN DOJO | Mozzo | Lombardia | Italia
  Adatto a tutte le persone. Approccio di base alle prime posizioni di yoga e prime respirazioni. Tutti i martedì  ore 18.30 – 19.50 con Ivano Signorelli  
19:30 Bioenergetica: Corso arrendersi... @ Yoga Bergamo asd - Albero Sacro aps
Bioenergetica: Corso arrendersi... @ Yoga Bergamo asd - Albero Sacro aps
Gen 23@19:30–20:45
Bioenergetica:  Corso arrendersi al corpo @ Yoga Bergamo asd - Albero Sacro aps | Bergamo | Lombardia | Italia
Bioenergetica: arrendersi al corpo. Un momento per incontrarci in gruppo e semplicemente essere e sentire. Grazie a semplici esercizi cercheremo di ridurre le conseguenze dello stress, integrare le emozioni e vivere l’unità di corpo e[...]